Personalizzazione del prodotto: Dürr consente per la prima volta la verniciatura automatizzata di scocche auto in due colori

- Un salto di qualità nella verniciatura bicolore

- Personalizzazione del prodotto semplificata

- Adatta anche alla produzione di auto elettriche

Rodano (MI), 29 luglio 2019 – Maggiore è la personalizzazione, meglio è: questo motto definisce sempre più le decisioni di acquisto. La tendenza alla personalizzazione è in aumento anche quando si tratta del colore delle auto. In particolare, gli acquirenti di auto di piccole dimensioni ordinano sempre più spesso colori contrastanti e accentuati, ad esempio per il tetto, per distinguersi dalla massa. Per l'industria automobilistica, la verniciatura bicolore comporta costi e sforzi notevolmente maggiori. Tale tipo di verniciatura non richiede soltanto più tempo ed energia, ma crea anche molto spreco. Grazie a un'innovazione pionieristica offerta da Dürr, ciò sta cambiando. Con il suo sistema EcoPaintJet, il leader del mercato mondiale nella tecnologia di verniciatura per l'industria automobilistica presenta una soluzione applicativa automatizzata che garantisce un livello senza precedenti in termini di precisione nell'applicazione di linee di vernice nitide. EcoPaintJet offre inoltre importanti vantaggi nella verniciatura di auto elettriche. Dürr ha presentato la soluzione al pubblico per la prima volta in occasione dell'Open House, evento tenutosi recentemente presso la sede dell'azienda a Bietigheim-Bissingen, in Germania.

Il Dr. Jochen Weyrauch, CEO di Dürr Systems AG, afferma: “Il sistema EcoPaintJet rappresenta un salto di qualità nel percorso verso la verniciatura bicolore delle scocche auto. Si tratta del primo sistema in grado di combinare in maniera efficiente la progettazione di prodotti personalizzati con la produzione automatizzata”.

Quando viene applicato un solo tipo di vernice, l'efficienza dei moderni impianti di verniciatura per l'industria automobilistica non ha rivali. Grazie a processi altamente automatizzati, gli impianti di grandi dimensioni riescono ad applicare 300.000 scocche l'anno, mantenendo un livello costantemente elevato di qualità. Tuttavia, l'aggiunta di un colore contrastante o accentuato, ad esempio sul tetto o sotto forma di una striscia di design, comporta un notevole lavoro extra: dopo avere verniciato l'intera scocca con il colore di base, atteso che sia essiccato e raffreddato, occorre applicare manualmente del nastro adesivo di mascheramento fatta eccezione per le aree che devono essere verniciate con un colore diverso. Quindi la carrozzeria torna sulla linea di verniciatura, dove viene applicato il secondo colore. In seguito ad un'ulteriore fase di raffreddamento ed essiccazione, è necessario rimuovere il nastro adesivo, ancora una volta a mano. Tale attività non è associata soltanto ad elevati costi di manodopera, ma ad un maggiore consumo energetico legato al processo di indurimento della vernice che porta ad un incremento dei costi di almeno il 25%, rispetto alla verniciatura monocolore. Inoltre, occorre smaltire dai 6 ai 15 metri quadrati di nastro adesivo per ciascuna scocca. In aggiunta, la linea di verniciatura viene bloccata dalla seconda applicazione di vernice, sprecando ulteriore tempo.

Non è necessario alcun nastro adesivo
Il nuovo processo EcoPaintJet di Dürr è molto più efficiente poiché elimina completamente la necessità di mascherare la scocca. Ciò è possibile grazie ad un applicatore totalmente nuovo. Fissato su un braccio del robot, l'applicatore si sposta sull'area interessata e applica la vernice con linee estremamente nitide e precise. La vernice si deposita esattamente sulle superfici previste e da nessun'altra parte, nemmeno in quantità infinitesimali. Di conseguenza, non è necessario proteggere il resto della carrozzeria mascherandolo. Per applicare un colore contrastante sul tetto di una carrozzeria il tempo di ciclo è di soli 120 secondi. A titolo di confronto: quando si utilizza il nastro adesivo, il tempo impiegato semplicemente per l’applicazione e la rimozione è di circa 50 minuti.

Le auto elettriche sembrano più basse
L'EcoPaintJet aiuta i produttori di auto elettriche a soddisfare un importante requisito dei clienti. Alcune auto elettriche sono leggermente più alte rispetto ai modelli convenzionali, questo dovuto al fatto che la batteria è installata nel gruppo pavimento, sotto l'abitacolo. Molti acquirenti, tuttavia, desiderano che le loro auto sembrino ribassate e sportive. Per ottenere questo effetto, con un colore scuro contrastante viene verniciata una striscia tra il tetto e la parete laterale, nonché sul battitacco delle portiere, soluzione questa che fa apparire l'auto più bassa. L'EcoPaintJet è perfettamente adatto a questo scopo, poiché applica la striscia con precisione senza compromettere la finitura esistente.

Niente più overspray
L'EcoPaintJet raggiunge il suo elevato livello di precisione perché l'applicatore non genera alcun overspray. Con “overspray” si indicano delle goccioline piccolissime di vernice che vengono prodotte da altri atomizzatori e si depositano all'esterno dell'area interessata. L'EcoPaintJet è dotato di una piastra ugelli dalla lavorazione complessa, che misura soltanto pochi centimetri quadrati ed impedisce la formazione di overspray. La piastra ugelli, che costituisce la parte inferiore dell'applicatore rettangolare, presenta circa 50 fori appena visibili di diametro di circa un decimo di millimetro. Tali fori sono utilizzati per applicare la vernice sulla superficie della carrozzeria mediante getti paralleli da una distanza di 30 millimetri.

Questo applicatore rappresenta il fulcro del design perfetto del sistema EcoPaintJet. Tale soluzione comprende altresì il robot di verniciatura EcoRPL 133i che muove l'applicatore senza alcuna vibrazione. Un sistema di misurazione, dotato di sensori, offre la massima precisione. Effettua una misurazione 3D dell'area da verniciare e invia quindi i dati al software di controllo. Quest'ultimo calcola continuativamente il percorso lungo il quale occorre spostare l'applicatore sulla superficie per ottenere una finitura ottimale della verniciatura; questo processo è denominato generazione automatica del percorso. Il software stabilisce inoltre come ruotare l'applicatore, nonché la velocità necessaria per applicare esattamente la giusta quantità di vernice.

Secondo il dott. Lars Friedrich, responsabile Application Technology in seno al Consiglio di Amministrazione di Dürr Systems AG: “Questo processo altamente tecnologico consente all'industria automobilistica di soddisfare più rapidamente le esigenze specifiche dei clienti garantendo al tempo stesso la massima qualità. Il mercato sta mostrando un notevole interesse in quanto, con questa nuova tecnologia, stiamo offrendo un effettivo valore aggiunto”.

Attualmente l'EcoPaintJet è in fase di test presso stabilimenti di diversi costruttori automobilistici. Nel frattempo, Dürr sta già lavorando ad un ulteriore sviluppo di questa tecnologia che consentirà di verniciare geometrie più complesse. Questa versione avanzata, denominata EcoPaintJet Pro, consentirà di aprire e chiudere individualmente ogni singolo foro presente nella piastra ugelli. Ciò offrirà possibilità di personalizzazione del prodotto ancora maggiori. In futuro, dovrebbe essere possibile anche l'applicazione automatica di caratteri e loghi, in maniera analoga ad una stampante digitale.

keyboard_arrow_up